Catalog of Copyright Entries

Third series

Author: Library of Congress. Copyright Office

Publisher:

ISBN:

Category: Copyright

Page:

View: 802

21 pezzi per clarinetto

Author: Johann Sebastian Bach

Publisher:

ISBN:

Category: Clarinet

Page: 36

View: 276

Voor klarinet (gevorderden). - E.R. 2621.

Music

Author:

Publisher:

ISBN:

Category: Copyright

Page:

View: 577

Il clarinetto

Author: Fabrizio Meloni

Publisher:

ISBN:

Category: Music

Page: 299

View: 248

Fondamenti di pedagogia musicale

Author: Carlo Delfrati

Publisher: EDT srl

ISBN:

Category: Music

Page: 440

View: 325

«A cosa serve la musica, nella nostra vita di adulti, di giovani, di bambini? Per quali ragioni vogliamo che si insegni nelle scuole? Quale musica poi? Bach è uno dei valori indiscussi della nostra cultura, ma è lontano dagli interessi dei ragazzi; viceversa, la canzone è il loro pane quotidiano, ma sulla canzone si proiettano le ombre del condizionamento mercantile. E allora? Le domande si moltiplicano. Educarsi alla musica vuol dire imparare a scegliere, ascoltandola, o vuol dire farla, con la voce, con gli strumenti? Studiare musica implica che ci si confronti con tecniche e nozioni speciali: esercizi per le dita o per la laringe, solfeggi, armonizzazioni, classificazioni, cronistorie. Fino a che punto la loro pratica arricchisce la competenza musicale, da che punto diventa alienante? E insomma, che cosa rende efficace un insegnamento, che cosa lo rende inane, o addirittura controproducente? Sono solo alcune delle tante domande che si affacciano prima o poi a ogni consapevole educatore, docente, operatore culturale, uomo politico. Nel corso del mio lavoro di insegnante ho cercato di affrontarle come meglio potevo: sperimentando, leggendo o ascoltando ciò che ne dicevano altri, riflettendo. Questo libro cerca di offrire una sintesi delle risposte di cui sono stato capace; e di cui sono debitore allo scambio vitale con gli allievi e i colleghi con cui ho lavorato, da quarant'anni a questa parte. Ciò spiega la presenza di interlocutori recenti e antichi, amici più giovani e amici già scomparsi quando li incontravo nelle loro pagine: tutti autori che hanno segnato la storia dell'innovazione pedagogica.»